This website works best with JavaScript enabled

Bambini al Mare 

Vacanze con Bambini al Mare

Bambini in Montagna 

Vacanze con Bambini in Montagna

Sponsor Partner 

Lingua 

itenfrderues

Login Form 

Seguici su Facebook 

Domenica, 06 Luglio 2008 14:56

Gite Alternative

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Capita in ogni vacanza di dover trovare itinerari alternativi, noi ci siamo dati alle visite archeologiche, poiché nel comune di Arzachena non mancano i siti da visitare.

 

I NURAGHI

Prima di tutto diciamo cosa sono i nuraghi: cioè monumenti a forma di torre a  tronco di cono edificati con grossi blocchi di pietra sovrapposti a secco.
Possono presentare planimetrie di varie forme con volte a falsa cupola detti Tholos, a corridoio: data la distribuzione degli spazi interni in senso orizzontale oppure a forma circolare.
In generale si tratta di opere militari ma non si può escludere che venissero utilizzati anche per altri scopi. I Nuraghi appaiono in Sardegna nel secondo millennio a.c.

NURAGHE ALBUCCIU

Il Nuraghe Albucciu è uno dei pochissimi in cui le due tipologie delle architetture sono state entrambe utilizzate e domina la piana di Arzachena.
Esso è sormontato da una architrave che presenta tracce di lavorazione; dalla parte alta della cinta muraria sporgono 8 mensole sulle quali poggiava una balaustra in legno che svolgeva una funzione difensiva.
Il tempo di vita del Nuraghe Albucciu è compreso tra il bronzo medio e l’inizio dell’età del ferro (più o meno 1400-900 a.c.).
Dai ritrovamenti si capisce che questo Nuraghe svolgeva anche funzione abitativa oltre che difensiva.

Come si raggiunge
Dal centro di Arzachena si prende la statale 125 per Olbia.
Dopo due Km sulla sinistra si incontra un ristorante il Centro Servizi del Nurago stesso.
Si può parcheggiare e si accede al monumento percorrendo un sottopasso.

I NURAGHI

Prima di tutto diciamo cosa sono i nuraghi: cioè monumenti a forma di torre a  tronco di cono edificati con grossi blocchi di pietra sovrapposti a secco.
Possono presentare planimetrie di varie forme con volte a falsa cupola detti Tholos, a corridoio: data la distribuzione degli spazi interni in senso orizzontale oppure a forma circolare.
In generale si tratta di opere militari ma non si può escludere che venissero utilizzati anche per altri scopi. I Nuraghi appaiono in Sardegna nel secondo millennio a.c.

NURAGHE ALBUCCIU

Il Nuraghe Albucciu è uno dei pochissimi in cui le due tipologie delle architetture sono state entrambe utilizzate e domina la piana di Arzachena.
Esso è sormontato da una architrave che presenta tracce di lavorazione; dalla parte alta della cinta muraria sporgono 8 mensole sulle quali poggiava una balaustra in legno che svolgeva una funzione difensiva.
Il tempo di vita del Nuraghe Albucciu è compreso tra il bronzo medio e l’inizio dell’età del ferro (più o meno 1400-900 a.c.).
Dai ritrovamenti si capisce che questo Nuraghe svolgeva anche funzione abitativa oltre che difensiva.

Come si raggiunge
Dal centro di Arzachena si prende la statale 125 per Olbia.
Dopo due Km sulla sinistra si incontra un ristorante il Centro Servizi del Nurago stesso.
Si può parcheggiare e si accede al monumento percorrendo un sottopasso.

TEMPIETTO DI MALCHITTU

Il complesso di Malchittu è composto da una grande capanna, i resti di una Nuraghe, numerosi tafoni funerari ed un edificio di culto.
Quest’ultimo è una costruzione a pianta ellissoidale suddivisa in due parti:
Il vestibolo anteriore ed il corpo principale che racchiude una camera.
Sulla porta c’è un architrave sia all’esterno che all’interno. Appoggiato al muro di fondo c’è un bancone votivo ed alcune nicchie, mentre al centro della camera era posto il focolare.
Il tempietto fa parte di un complesso Nuragico articolato in vari edifici.
Tutti il sito doveva essere difficilmente accessibile, sia per la natura impervia e la forte pendenza, essa è cinta da murature di cui oggi rimangono pochi filari formati da pietre di granito di misure notevoli.
All’interno sono stati effettuati numerosi ritrovamenti, tra cui frammenti ceramici: tegami con orlo, ciotole carenate, vasi con decorazioni verticali.
Sia le caratteristiche della ceramica che della struttura architettonica suggeriscono una datazione compresa tra il XVI e il X a.c.
 
Come si raggiunge
Dal centro di Arzachena si prende la statale 125 per Olbia.
Dopo due Km sulla sinistra si incontra un ristorante il Centro Servizi del Nurago stesso.
Da qui si imbocca la strada sterrata laterale alla costruzione e si prosegue verso Nord.
Si supera il primo cancello e si procede fino ad incontrare una casa rurale.
Dopo aver oltrepassato un secondo cancello si percorrono altro 800 mt. fino ad incontrare un rilievo granitico alla sinistra della strada.
Si devia a sinistra lungo un altro sterrato con modesta pendenza e dopo 100 mt. ci si inoltra, sempre a sinistra, in uno stretto sentiero.
Il tempietto lo si incontra al termine della salita sotto il versante destro del rilievo granitico.

Letto 4929 volte Ultima modifica il Domenica, 25 Novembre 2012 10:01
Devi effettuare il login per inviare commenti
#fc3424 #5835a1 #1975f2 #2fc86b #f_syc9 #eef77 #020614063440